mercoledì, febbraio 14, 2018

Bonaparte o Buonaparte?

Una curiosità storica sul cognome di Napoleone.


Nei primi anni della sua ascesa al potere, Napoleone quando firmava utilizzava il cognome Buonaparte. Da un certo punto in poi, però egli abbandonò del tutto  la forma italiana del suo cognome per passare a Bonaparte.

le firme di napoleone


La spiegazione universalmente accettata è che egli intendesse eliminare ogni riferimento alle sue origine italiane che erano palesi nel cognome Buonaparte.

In maniera dispregiativa molti avversari e anche molti scrittori continuarono a scrivere il cognome dell'Imperatore con la U volendo, invece sottolineare le origini corse e italiane della famiglia di Napoleone e il suo poco essere francese. Non dimentichiamo, infatti che la Corsica era diventata francese solo pochi mesi prima la nascita di Napoleone, per la cessione della stessa ad opera della repubblica di Genova.

Related: Corsica e l'esilio di Seneca

E' molto probabile che Napoleone abbia deciso di eleimnare la U dal suo cognome per le ragioni di cui sopra, ma in effetti questa è una polemica sterile ed incocludente. Basta fare riferimento all'atto di nascita di Napoleone nel quale il padre si firma Carlo Buonaparte, ma Napoleone vi compare come Bonaparte. Questo vuol dire che erano usate fin dalla origine entrambe le forme

Approfondimenti:

Napoleone;
Biografia Treccani



martedì, ottobre 17, 2017

Ritrovato un busto di Napoleone di Rodin del valore di 12 milioni di dollari

Una scoperta che ha del sensazionale.

Un busto initolato "Napoleon enveloppé dans ses réves", Napoleone avvolto nei suoi sogni è sttao ritrovato nelle sale del municipio di Madison.

auguste rodin napoleon


Il valore dell'opera si aggira intorno alla straordinaria cifra di 12 milioni di dollari.

Cerchiamo di capire come si è giunti alla scoperta.


L'opera di Rodin era stata acquistata in origine dal magnate del tabacco Thomas Fortune Ryan che dal 1915 al 1929 aveva prestato l'opera al museo metropolitano d'arte di New York.

Entra in scena a questo punto Geraldine Rockfeller, figlia del super magnate William, grande appassionata d'arte che acquista l'opera.
Geraldine Rockefeller Dodge lo acquistò nel 1934 e la spedì a Madison, New Jersey insieme ad altri capolavori.

La Rockfeller viveva a Madison nel New Jersey e decora il municipio di Madison con le opere che possiede. La collezione della ricchissima figlia di Willian Rockfeller, non è però catalogata per bene per cui del Napoleone di Rodin si perdono le tracce.

Napoleon enveloppé dans ses réves
Il busto di Napoleone  si trovava in un angolo del Memorial Building di Hartley Dodge ed è stato lì per decenni senza che nessuno lo notasse

Tutto ciò fino al 2015 quando una giovane archivista Mallory Mortillaro viene assunta dalla Fondazione per catalogare una collezione di foto. La Mortillaro si accorge dell'opera di Auguste Rodin ed è lo stesso Direttore della Fondazione Nicolas Platt a descrivere come avvenne la scoperta.

Platt riferisce come in una piovosa giornat di dicembre la Mortillaro si avvicina al busto di Napoleone chiedendo di che si trattasse. Nessuno seppe rispondere. La Mortillaro accarezzò la statuia e trovò un cesello con la firma di Rodin.

Da quel momento in poi vengono consultati i massimi esperti per avvalorare la scoperta fino al momento in cui la stessa è stata autenticata da  Jerome Le Blay


Ora il Napoleon enveloppé dans ses réves sarà esposto al museo d'arte di Philadelphia

sabato, ottobre 14, 2017

Le giornate napoleoniche a Villa Sorra (14 e 15 ottobre)

Grande appuntamento oggi e domani a Villa Sorra che si trova a Gaggio di Castelfranco Emilia , tutto dedicato al periodo del Primo Impero e a Napoleone.

villa_sorra


Fitto il programma adatto a grandi e piccini, agli appassionati di storia e ai semplici curiosi.

Bellissimo lo scenario di Villa Sorra.

Entriamo più nel dettaglio del programma:

Sabato 14 ottobre


Laboratorio per bambini  di fabbricazione dei cappelli della rivoluzione finomalle 17:00

L'Associazione napoleonica curerà la parte didattica e divulgativa con conferenze dedicate ai Marescialli di Napoleone, ai ferri del chirurgo e alla coscrizione obbligatoria.

Al costo di 5 euro  visita guidata del giardino romantico con letture itineranti a cura dell'attore Saverio Bari.

La compagnia dei Grifoni rantolanti terrà due belle dimostrazioni di scherma : la sciabola dell'Imperatore e sulla punta dello spadino.

Ci sarà poi la presentazione del Battaglione Estense

Il gioco d'animazione Vive l'Empereur e la dimostrazione di artiglieria tuona il cannone sarà un altro pezzo forte della giornata che si chiuderà con la lettura di alcune pagine di Guerra e Pace a cura dell'attore Saverio Bari

napoleone_bonaparte


Domenica 15 ottobre


Di nuovo i laboratori per bambini che illustreranno la fabbricazione dei cappelli della rivoluzione

Sempre in mattinata il Battaglione Estense effettuertà una dimostrazione di balli ottocenteschi.
Verranno poi riproposti le didattiche aventi per tema i Ferri del chirurgo, la coscrizione obbligatoria e i Marescialli dell'Impero intervallati dal gioco Vive l'Empereur, attività tutte a cura dell'Associazione Napoleonica.

Verranno anche riproposte le letture itineranti a cura di Saverio Bari durante la visita guidata al giardino romantico (costo 5 euro).


Alle ore 15.00 nell’ovale della Villa, il Salotto Letterario: Letture da Jane Austen, Ugo Foscolo e…

Alle 15.30 il Battaglione Estense propone I Soldati del duca: storia e presentazione del Battaglione Estense.

La compagnia dei Grifoni Rantolanti propone alle 15.45 la dimostrazione di pugilato La Nobile Arte, e alle 16.30 La Sciabola dell’Imperatore.


Si chiude anche il ciclo di appuntamenti dedicati al Pane a Villa Sorra con il laboratorio di Centuriazione, alle 16,30 e alle 17.15 la Visita guidata alla Mostra “Il Paesaggio nel territorio di Mutina” con degustazione a seguire.

Gran finale alle 17.30 con Il campo di battaglia: dimostrazione di fucileria e artiglieria, alle 18.00 il Gran ballo Ottocento e in chiusura, alle 19.00 Pagine gloriose: lettura da Guerra e Pace, con Saverio Bari.

Per tutta la giornata, dalle 10.00 alle 18.00, il giardino romantico sarà animato da figuranti in costume storico.

Ingresso gratuito, per informazioni info@cronoeventi.it


In entrambe le giornate alle 12:00 aprirà l'Hostaria della Vecchia Guardia

Villa Sorra
Villa Sorra si trova a Gaggio di Castelfranco Emilia, il parcheggio pubblico in via Pieve.

giovedì, ottobre 12, 2017

Un giorno con Napoleone. A Campoformido si rievoca lo storico trattato

Sono passati 220 anni dal trattato di Campoformido tra Francesi e Austriaci.


Il 17 ottobre del 1797 a Campoformido, località alle porte di Udine, si riumirono il generale Bonaparte per la parte francese e il conte Johann Ludwig Josef von Cobenzl per l'Austria.

Il trattato è ricordato soprattutto perchè esso sancì la fine della Repubblica di Venezia.
I territori della Serenissima venivano ceduti all'Austria che riconosceva la repubblica Cisalpina.

generale bonaparte


Campoformido intende festeggiare l'avvenimento. Per 4 giorni dal 13 al 17 ottobre Campoformido ospiterà rievocazioni storiche, sfilate in costume. Ci saranno mostre, eventi, convegni e concerti in rievocazione del trattato.

Originale la possibilità di degustare il rancio napoleonico e la zuppa del trattato.

Questo il link per scaricare la locandina con tutti gli appuntamenti in programma.